Einstein e gli errori

Scrive il fisico Carlo Rovelli (Repubblica, 11 aprile 2015):

Questa lunga serie di cambiamenti di opinione e di errori toglie qualcosa alla nostra ammirazione per Albert Einstein? No. Al contrario. Ci insegna, credo, qualcosa sull’intelligenza: l’intelligenza non è interstardirsi sulle proprie opinioni. È essere pronti a cambiarle. Essere pronti a esplorare le idee, accettando il rischio di sbagliare. Per capire il mondo bisogna avere il coraggio di provare le idee, e riadattarle continuamente, per farle funzionare al meglio. La forza della scienza è proprio qui: la capacità di produrre idee nuove e di riuscire a chiarire quando un’idea è sbagliata. Quelli che non sbagliano mai sono quelli che restano intrappolati in vecchi errori.

La prossima volta che un referee troverà un errore in un mio articolo, risponderò che l’ho commesso per il progresso della scienza.

Commenti

Post più popolari