Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da 2013

In primo piano

La forza di gravità

Ecco, questo è un.libro che non avrei mai letto, se non fossi andato casualmente nella biblioteca comunale della mia città. Sono piuttosto scettico riguardo alla letteratura italiana contemporanea, ed evidentemente questo romanzo di Claudio Piersanti rientra pienamente nella categoria.

La trama è semplice, direi vagamente francese: Serena, la protagonista, ha diciotto anni e vive in una grande città (mai nominata, io ho pensato di riconoscere Roma da alcune descrizioni) insieme alla zia. Ha perso la madre da piccola, e il padre è sprofondato in una pigrizia maschile fatta di televisione e divano. La vita di Serena non è mai stata facile, avendo subito alcuni interventi di chirurgia estetica alla mandibola.
Nel suo stesso condominio vive il Professore, co-protagonista del racconto. È un tipo strampalato, sulla sessantina. Solitario, quasi misantropo, già docente di scuola superiore ed esperto di filosofia, trascorre giornate ripetitive tra letture impegnate e videogiochi sparatutto.

L…

Finché il cuculo canta

Assegni di ricerca

IPad

Mito letterario cercasi

La foresta

Vacanze sulla neve

Nell'erba alta

Non scholae, sed vitae

Restiamo in tema

Ma in dimensione N>1...

Ancora nativi informatici: la pirateria

Classe 5A, vent'anni dopo

"Il libro degli animali", di M. Rigoni Stern

Assassinio all'Etoile du nord

Immaturi digitali: parte seconda

Immaturi digitali

"Mal'aria", di E. Baldini

"Lo studente Gerber", di F. Torberg

Questo limite non esiste

"La casa della festa", di C. Palazzolo

La politica dello snob

Come sasso nella corrente

Recensione: "L'angioletto"

Recensione: "La fine del mondo storto"

La matematica è un'opinione per i burocrati

Recensione: "Il vento nel vigneto"

Bilanci di un convegno

Recensione: "La bestia dentro"

Una curiosa email

Recensione: "Functional analysis"

Recensione: "I piedi sul Friuli"

Recensione: "Il trasloco", di G. Simenon

Post più popolari