Passa ai contenuti principali

In primo piano

La forza di gravità

Ecco, questo è un.libro che non avrei mai letto, se non fossi andato casualmente nella biblioteca comunale della mia città. Sono piuttosto scettico riguardo alla letteratura italiana contemporanea, ed evidentemente questo romanzo di Claudio Piersanti rientra pienamente nella categoria.

La trama è semplice, direi vagamente francese: Serena, la protagonista, ha diciotto anni e vive in una grande città (mai nominata, io ho pensato di riconoscere Roma da alcune descrizioni) insieme alla zia. Ha perso la madre da piccola, e il padre è sprofondato in una pigrizia maschile fatta di televisione e divano. La vita di Serena non è mai stata facile, avendo subito alcuni interventi di chirurgia estetica alla mandibola.
Nel suo stesso condominio vive il Professore, co-protagonista del racconto. È un tipo strampalato, sulla sessantina. Solitario, quasi misantropo, già docente di scuola superiore ed esperto di filosofia, trascorre giornate ripetitive tra letture impegnate e videogiochi sparatutto.

L…

La casa dei sette ponti


Sessantaquattro pagine stampate a caratteri larghi: questa è la storia della casa dei sette ponti. Edito da Feltrinelli nell'estate 2012, è un omaggio di Mauro Corona all'amico Francesco Guccini.
Finalmente ambientato lontano da Erto e dal Friuli, è una breve rivisitazione della parabola del figliuol prodigo in chiave onirico-moderna. Un industriale di Prato, ultimo baluardo contro il predominio cinese, bussa alla porta di una casupola nei boschi dell'Abetone. Gli aprono due anziani, che rifiutano però di farlo entrare finché non abbia oltrepassato i sette ponti.
Inizia un percorso di riscostruzione del proprio passato di bambino abbandonato, che non rivelo fino in fondo.

Ormai esperto del genere moralistico, Corona costruisce una parabola del riscatto e dell'amore filiale con qualche sfumatura ambigua: in che senso "i cinesi vincono sempre"? Abbellito da una copertina magica, è una lettura velocissima e leggermente scontata. Non un capolavoro, ma una distrazione piacevole.

Commenti

Post più popolari