Svizzero-italiano

Stamattina, facendomi la barba, pensavo ad alcune questioni legate al corso che terrò il prossimo anno. Senza apparente motivo, mi è tornata in mente una mia amica, cresciuta in Svizzera. Da lei ho imparato l'espressione "ho bocciato"; ovviamente corrisponde al nostro "sono stato bocciato", eppure c'è una sottile e perversa differenza.
Lo studente italiano incolpa palesemente il sistema per il proprio fallimento: è stato quell'incompetente del professore, ovviamente prevenuto nei miei confronti, a valutarmi ingiustamente. Lo studente svizzero incolpa se stesso: io ho fatto male l'esame, e ho avuto il giudizio che meritavo.

Magari esagero, ma è un piccolo sintomo della mania di persecuzione endemica nel cittadino italiota. I meriti sono personali, le colpe sono sempre di qualcun altro.

Commenti

Post più popolari