Passa ai contenuti principali

In primo piano

Morire in primavera - recensione

Salutato come una delle più importanti opere tedesche nell'era post-Günther Grass, Morire in primavera è un racconto di crudo realismo sul significato della guerra. A ben vedere, la collocazione negli anni della Seconda Guerra Mondiale è piuttosto marginale: prevalgono qui il piano personale ed umano del coinvolgimento nel concetto stesso di conflitto armato come sospensione dei normali valori umani.

Nell'inverno del 1945, quando la Storia ha già scritto l'epilogo della tragica avventura nazional-socialista di Hitler e del suo Reich, Walter e Fiete sono due giovani ragazzi che lavorano in una fattoria nel nord della Germania. A diciotto anni, pensano alla ragazze e al futuro, mentre il "soldato Ivan" ha ampiamente valicato i confini orientali del Reich. Walter ha problemi agli occhi, non sa sparare con il fucile, mentre Fiete teme la chiamata alle armi. È ribelle all'autorità, risponde con lo sferzante "Drei liter" al nefasto saluto delle SS, e pro…

Uomini e donne del Medioevo

Curato dal famoso medievalista francese Jacques Le Goff, questo libro è una raccolta di "schede" su alcuni personaggi di spicco dell'intero Medioevo. Nei capitoli, suddivisi cronologicamente, appaiono anche personaggi mitici e letterari.
Ho acquistato questo voluminoso tomo come personale strenna (post)natalizia, spinto dalla mia mai sopita passione per l'età di mezzo. Lo conservo sulla scrivania dell'ufficio, suscitando qualche sguardo curioso di studenti e colleghi.
La lettura non può essere sistematica, e proprio questo è il bello: è possibile (e consigliato) saltare da un personaggio all'altro, facendosi incantare dalle splendide immagini che accompagnano il testo. Si scoprono così le esistenze e le vicissitudini di uomini e donne che vissero più di mille anni fa nell'Europa Occidentale (sono dichiaratamente esclusi i personaggi delle culture orientali), guidati dai principali storici. Il libro è completato da una bibliografia non specialistica, che i lettori appassionati possono utilizzare per approfondimenti.
Un'opera tutt'altro che esaustiva e sistematica, le cui schede sono a volte fin troppo succinte. Ma resta uno splendido regalo da conservare e sfogliare.

Commenti

Post più popolari